All posts tagged: blog

Strega comanda color color…

Lo leggo ovunque e piú lo leggo piú non ne sono convinta. A me questa storia delle tendenze colore piace poco. Cerco di seguirle, ovvio anche perché nei negozi trovi tutto solo di quel cavolo di colore quindi… ma alla fine mi fisso sempre con un altro colore. Il mio colore per la stagione, quello che vorrei e al quale penso. Stagione? La voglia che ho di un colore puó durare un pomeriggio o al massimo una settimana ma anche una stagione dai.  Quindi se il colore Pantone dell’anno 2015 sará il marsala, il colore di Jaia per questa settimana sará il rosso. Rosso é un colore ricorrente nel mio Pantone perché mi piace, ma questa settimana mi sento molto red, piú del solito, sará il Natale. Quindi, collant fuoco di Calzedonia, gonna a campana blu vintage come il cappotto, le parigine di Sonia Rykiel, maglietta e calzini di Nice Things by Paloma S. ,  uno dei temi di questa marca, per questa collezione, é il lama … carino <3<3<3 Ho mixato tutto e ho aggiunto la mia …

Ad ognuno la sua gonna a pieghe

Ci sono frasi fatte che mi lasciano perplessa, del tipo “Siamo tutti bravi a vestirci da Zara, ad abbinare una gonna ad una maglietta” invece no, cosí é troppo facile. Non importa dove si compra un vestito, certo Zara (come altri marchi) puó dare delle suggestioni, dei suggerimenti, ma poi tocca a chi compra creare il proprio stile, che puo piacere o meno a chi guarda. Trovo queste critiche sterili  poiché poco costruttive e mosse da qualcosa che va ben oltre la composizione di un outfit. Se tutti fossimo bravi a vestirci in grandi catene low cost, molte figure professionali non esisterebbero e con loro anche intere fette di mercato ! Sono contraria anch’io al TUTTI UGUALI nel senso che non amo l’omologazione con la quale in molti creano il proprio armadio, perché lí ci vedo poco stile e  piú che altro un copia copia di cose tutte uguali, mi sembra uno stile “comodo” nel senso a zero rischi, un pó adolescenziale, quando a 14 anni ti vestivi da Onyx come tutte le tue amiche …

Stripes and checks

Questa volta non riuscivo a scegliere 10 foto. Mi piacevano tutte. La mia camicia country e la gonna a righe, fantasie in contrasto  si incontrano in un equilibrio che sento mio. Qualche tocco di Africa alla Stella Jean (uno dei miei marchi preferiti) e possiamo uscire. Il mio braccialetto acquistato da Woo Hoo Jewels e mi viene l’idea del mio primo giveaway per il blog, quindi aprite gli occhi, nei prossimi giorni potreste vincerne uno anche voi 🙂 Shirt Pimkie (2013) here Skirt Vintage (My mum) similar here Hat Vintage Chez Blanchette Shoes Zara (2013) Trench Etam (old)  similar here PH Samuel

Disegno su tessuto

Nuovo post nuova tecnica. Disegno sul tessuto. Disegno da quando avevo 4 anni, ricordo ancora la prima volta che mio padre mi regaló una confezione di tempere GIOTTO: mi ha cambiato la vita. Da lí in poi non ho mai smesso. Disegno per passione, per rilassarmi, mentre sono in metro, mentre parlo al telefono, disegno sull’agenda (degna di un’analisi psicologica), disegno su fogli e disegno su scontrini…Ho provato sul vetro, sulla ceramica, e oggi sulla stoffa! Tutte le mie fantasie, animaletti, omini, ecc…sbarcano sul tessuto. Facendo un giro nella mia papeterie preferita ho trovato i pennarelli per tessuto e devo dire che ne é valsa la pena…si, perché il costo non é proprio economico ma il risultato é davvero impressionante, la resa é ottima.L’unica cosa, dopo l’esecuzione del disegno, dovete aspettare un’ora affinché asciughi bene e poi stirare per 3 minuti senza vapore. Io odio aspettareeeeeeeeeeeeeee Cosa ci serve: Colori per tessuto Tessuto chiaro (io ho scelto del cotone ecrú) Forbici Ovatta Tessuti fantasia e altre cosine che vi piacciono tipo fettuccie ecc Metro da …

Una camicia perfetta

I pensieri che fai la notte sono quelli più assurdi ! Sono appiccicosi come la pasta della pizza quando si attacca alle mani, ci vorrebbe della farina per liberarsene ma il sacchetto é lontano e le mani umide. Servirebbe aiuto ma mio marito già russa e comunque mi liquiderebbe con un ” Dormi dai Jaia, dormi su ” allora ci vorrebbe mia sorella. Quando stiamo insieme, io e Fede, dormiamo insieme e se a una delle due arrivano i pensieri di pasta pizza l’altra le prende la farina per scollarseli ! Andiamo spesso in giro per la città deserta, la sera, per sciogliere i pensieri . Quando le finestre accese delle famiglie che cenano sono come lucciole sui palazzi, ed emanano un calore buono. Ma ciò che amiamo di più,  é  poter guardare inosservate, e al silenzio , le vetrine illuminate dei negozi ! Una sera come queste, in un negozio del centro io e Fede vedemmo questa camicia! L’originale, certo , era più chic, il prezzo a tre cifre lo dichiarava ma io non smisi …

Scoperte

Ci sono cose che tutti sanno tranne me…(forse) e credo che questa sia una di quelle. Oggi ho fatto  scoperta semplice ma che mi ha resa felice perché nel settore Makeup sono davvero  zero.Ma facciamola breve… nel mio negozio The Body Shop ho scoperto l’esistenza di un burro struccante, ero incerta anche perché la mia zona T é grassa e non volevo peggiorare le cose, ma alla fine ho ceduto all’acquisto. Stasera l’ho provato. Ho massaggiato il mio viso con una piccola noce di prodotto e voilá,  sotto la doccia ho lavato il viso e, felice, ho scoperto di aver evitato l’effetto panda, inoltre addio dischetti struccanti ( =risparmio e piú rispetto per l’ambiente) !!! Zona T non grassa e zero tracce di mascara, insomma Jaia 1-Trucco 0

Au revoir Paris

“Mamma, vado in Erasmus e torno! Non ti preoccupare … ” Quel punto preciso sulla Senna dove lui mi chiese di dire si, quel bar vintage dove ci incontravamo tutti a bere la birra per pochi euro stretti in un tavolino minuscolo, il WenZun dove trovi i migliori involtini primavera, quei posti dove ” ci pensi che qui visse…”, quelle giornate nei musei con chi se ne intende, quelle passeggiate senza meta, da sola, per cercare la “giusta via”, quella volta che piansi di colpo su quelle scale, perché realizzai che mio nonno e il mio cane non c’erano più e stetti male e mi sentii inutile e lontana. Quell’aereo mille volte e il bus che quando si avvicina alla città vedi già la tour . Quei vicini, quei colleghi , quel sentimento odio-amore per una città grande, bella e difficile, quel senso di non appartenenza, di non sentirsi mai a casa e l’altro che “questa è la mia città , la conosco tutta” , quel “je ne sais pas dire en français” e i …

Chanel style

Quante cose si possono fare con un uncinetto ? Tantissime, ma spesso il risultato mi sembra démodé. Senza demordere, peró, ho voluto cimentarmi in questa tecnica per costruire una borsetta stile Chanel (ma molto lontana dll’originale) Il risultato, peró, mi piace tanto e sono stata doppiamente felice perché ho usato del tessuto non utilizzato dalle aziende tessili e quindi riciclato in questi gomitoloni di Hoooked Zpagetti della DMC. In negozio l’ho pagato circa 10 euro, non ricordo quanti metri sia, ma ci ho fatto tantissime cose! Ho riflettuto sulla possibilitá di crearlo anche io stessa il tessuto. Tagliando, infatti, del tessuto di un qualcosa che non usate piú, in modo continuo otterrete un super serpentone da riutilizzare.  Ok vediamo cosa ci serve per la Chanel tarocca. Cosa ci serve: Un gomitolo di tessuto riciclato + l’uncinetto adatto in termini di diamentro Delle pinze Una catena oro Un bottone (scegliete quello che vi piace) Io l’ho scelto invisibile Ci sono diversi stili da riprodurre tricotando ma io ho scelto il semplice punto basso, ripetendolo piú volte formando cosí …

MA COME PORTI QUEI CAPELLI ?!?

La mia collega che mi guarda proprio lí, il mio capo che mi dice “Ti stava bene la frangetta …”, il mio pettine in borsa, sono tutti indizi che inchiodano lo stato pessimo della mia chioma in questo momento ! Chiariamo una cosa io sono nata con i capelli strani! Due  ”fontanelle”, metà lisci e metà mossi , io dico epilettici, e per ultimo ma non perché meno ribelle del resto, il mio ciuffo! Odio e amo il mio ciuffo !È carino il mio ciuffo e sempre in ordine ma è fissato con la sinistra! Vuole stare sempre a sinistra e anche se lo tagli in una folta frangia lui guarda da quella parte! Ci metti una mollettina? Lui la leva e la mette a sinistra. Ci metti della lacca? Se ne infischia e la sfida vincendo ! Insomma partita chiusa Jaia 0-Ciuffo 11 . A questo quadro di Munch aggiungi la tipica lunghezza “media” dell imbarazzante ” li sto facendo allungare”. Questa lunghezza è la stessa che impedisce ogni donna dal prendere liberamente la decisione di coupé …