All posts filed under: Creativity

DIY Elina Linardaki shoes

Carissimi come state ? Torno sul blog oggi con un tutorial molto estivo, si parla di sandali e precisamente dei famosi, in questo momento, sandali di Elina Linardaki. Basta mettere un # su Instagram per capire di cosa sto parlando. Giá l’anno scorso feci un post su un paio di scarpe simili clicca qui per vederlo. Quest’anno, invece, il DIY é proprio su “Come fare i sandali di Elina uguali uguali SPICCICATI”, come si dice da noi al Sud ! Sul sito questi sandali, questo modello scelto da me il Jelly Tots costa 240 euro. Ovviamente tutti i modelli sono riproducibili, dipende dalla forma base che sceglierete. Io volevo le infradito quindi ho scelto questo modello.Vediamo come rifarlo con circa 15 euro . ecco gli originali: Found : Elina Linardaki on Instagram   Lista della spesa: Un paio di sandali vecchi o nuovi, infradito Perline, pompoms, monetine, perline, stelline, occhietti turchi, ecc Pinze da lavoro Ago per la pelle Chiodini, cerchietti e astine in metallo Catena con questa forma   Bene, questi sono gli oggetti che …

DIY #borsa della spesa

Goooood morning carissimi ! Mettete via i sacchetti di plastica, questo DIY é pronto ad aiutarvi. Certo, fare una borsa per la spesa non é un’idea brillante e originale, ma non la darei cosí per scontata perché, ognuno di noi ha bisogno di una borsa della spesa personalizzata ma, soprattutto, comoda PER NOI. Io ne ho molte, le ho comprate o mi sono state regalate con l’acquisto di qualcosa, o me le sono ritrovata in casa senza saper come, ecc… ma sono tutte scomode! O troppo grandi, o troppo piccole, ho “uccidi spalla”, o poco larghe , profonde, ecc ecc Quindi ho deciso di fare la mia su misura. Che fosse della giusta misura per me, proporzionata a me e che avesse dei colori decenti -.-‘ Cosa ci serve: Tessuto, ritagliate 2 rettangoli piccoli da 12 X 40 e uno grande da 88 X 42 . Ovviamente queste misure sono per me che sono alta 1,54 ma voi potete modificarle a piacere! Nastro in vies 1 metro (non so in italiano come si dica, ma …

DIY della #LAVATRICE

Eccomi, ormai i miei DIY non sono piú di lunedí, ma di martedí. Lunedí, é per me, un giorno pieno pienissimo di cose da fare e non riesco mai a ritagliare un pó di tempo per le mie creazioni. Credo sia cosí un pó per tutti, perché é l’inizio settimana 😦 Ultimamente, poi, il tempo é grigio e le luci non sono delle migliori per le foto e non aiuta neanche la “voglia di creare qualcosa”. Caso mai, il tempo cosí, aiuta la “voglia di essere un bradipo”. Mettici anche che  io mi metto sempre a fare cose assurde…tipo ieri, sono rimasta 4 ore dal parrucchiere…sí 4 ore e se voi vedeste i miei capelli capireste perché…mi vedrete, presto,  su Instagram 🙂 Chiusa parentesi tempo, passiamo al DIY di oggi ! Ho voluto dare un tocco di colore/peps (come dicono a Parigi) alla ” nostra” cucina,  se davvero fosse stata mia l’avrei modificata tutta ma siccome é del proprietario di casa, ho evitato. La lavatrice, invece é nostra, ed era l’unica cosa sulla quale potevo sbizzarrirmi :). Questa cucina …

DIY CARNEVALE #1

Carissimi belli !!! Ogni anno in questo periodo,  vorrei avere la possibilitá di fare un biglietto di sola andata sull’isola di Pasqua. Perché ? Perché inizia il periodo, da me, piú odiato in assoluto. Il periodo di Carnevale ! Questa mia mal disposizione verso questa festa non é cosa recente, giá in tenera etá infatti, non potevo soffrirlo. Mentre tutti erano felici e contenti, io mi sforzavo di non mostrare la mia, ormai sbandierata e orgogliosa, asocialitá, ma ogni sforzo era vano: mi sentivo, intimamente triste e fuori luogo e non trovavo divertenti molti scherzi, le varie canzoncine, ecc… Mi consolavano solo pignolata e chiacchiere. Diciamo che io non sono molto da festa ma ci sono feste pagane, tipo San Valentino (che incombe anche lui a febbraio) , la festa del papá, della mamma, ecc…che ancora posso accettare, altre del tipo la feste dei nonni, del cane, delle zanzare, del vicino, dei pinco pallo che non posso accettare e poi ci sono, in un angolo a parte,  Carnevale e la FESTA della DONNA che mi stanno …

DIY Natalizio #2 Facile e veloce !

Buona sera a tutti ! Olá bon noite ! Ormai l’unico momento per scrivere é la sera, dopo cena… Só agora consigo escrever un post … depois do jantar! Questo DIY, all’ origine, l’avevo pensato diverso ma le pigne non mi offrivano molte ipotesi di decorazione, perché non stanno dritte a causa della forma e hanno una struttura che rendeva un pó difficile fare quello che avevo pensato… No inicio, este DIY tinha ser diferente mas as pinhas não me permitem de fazer como eu queria … Entao , este va ser um DIY muito facil 🙂 Cosa ci serve / Vai Precisar de: Perle/Pérolas Pigne/Pinhas Pom pons Colla a caldo/Cola quente Color acrilico bianco /Tinta branca   Io ho giá dipinto la pigna di bianco, come potete vedere. Eu já pintei a pinha com a tinta branca :deixei secar Con la colla a caldo ho attaccato alla pigna perle e pom pons. Com a cola quente juntei perolas e pompons a pinha.   Eccolo finito!  potete sbizzarrirvi … invece delle perle incollare altre cose, tipo …

DIY #decorazione natalizia 1

Ciao piccole castagne! Era il 25 settembre e io scrivevo del mio “ultimo” DIY su questo blog… é passato troppo tempo ! Avrei voluto scrivere un post sul Diario Di Bordo ma le cose successe nell’ultimo periodo si sono concatenate a ritmi non sostenibili, almeno da me. Primo tra tutti il mio lavoro. Del quale sono fiera e che continua ad evolvere con entusiasmo e taaaaaanto amore e , chiaro, anche impegno. Quindi bando alle ciance. Oggi torno in pista con il primo DIY dedicato al Natale. In quel periodo noi non siamo mai a casa nostra, ma siamo sempre in Italia dai miei e quindi decoriamo poco casa anche perché, ho fatto un giro nei vari negozi per la casa, la decorazione, ecc… e i prezzi sono davvero esagerati, ci sono palline per l’albero a 4 euro = 1 . Personalmente non sono fan del presepe ma dell’albero si ! Bisognerá , peró, prima fare il famoso TEST DEL CANE per capire se il mio cane accetterá l’albero o quali saranno i tempi di distruzione …

Un decoupage da perderci la testa

Carissimi! Oggi carta e forbici sono d’obbligo perché si parla di decoupage ! Quella del decoupage é una tecnica decorativa, ormai, conosciuta da tempo e sinceramente, nonostante io l’abbia usata molto in passato, non é una delle mie preferite… ma questa volta é riuscita a sorprendermi. Il nome decoupage deriva dal francese decouper  cioé ritagliare, in Italia arrivó nel  XVIII tramite i mobilieri veneziani, che con questa tecnica riuscivano ad abbreviare i tempi di lavorazione nella decorazione di mobili laccati, intagliando e incollando figurini in carta, appunto. Laccatura veniva chiamata giá nel 600 e era arrivata a noi dalla Cina. La tecnica é rimasta, nei secoli, invariata ma vediamo come ho usato il decoupage e perché…e soprattutto questa volta sará un decoupage moderno, infatti, rispetto a qualche anno fa ho usato un prodotto nuovo per me. che mi ha risparmiato il melange d’acqua e colla vinilica, tipico di questa tecnica! Come vi dissi nel mio post sulla chalk paint, sto cercando oggetti utili ma anche bellini per la mia bancarella nelle fiere e adesso mi serviva troppo …